DALL' ANTICA VENDITA AMBULANTE DI NOCCIOLINE NELLA PROVINCIA DI VITERBO
ORA è NATO: NOCCIOLINA.BIZ UN ANTICO MESTIERE DAI NOSTRI NONNI AI NOSTRI PADRI ORA A NOI .




CANEPINA - VALLERANO - VIGNANELLO - CIVITA CASTELLANA - VITERBO
SITO WEB RAGGIUNGIBILE ANCHE DALL' URL: 
http://www.canepina.altervista.org/

 

 

NEWS DAL MONDO  NEWS ELETTRONICA O-S

 

 

Comunicati-stampa.net
Elettronica Open Source

 

INFORMAZIONI STORICO TURISTICHE SU VALLERANO & CANEPINA E SULLA PROVINCIA DI ( VITERBO )


Vallerano..
è un comune con poco più di duemilaseicento abitanti, dista dal Capoluogo circa 18 km. Le prime tracce di insediamenti abitativi nella zona risalgono al periodo dell'età del bronzo, per essere abitata successivamente da popolazioni di origine etrusca. Dopo il 300 a.C., con l'avvento dei Romani e la sconfitta etrusca nella battaglia del lago Vadimone, la regione subì il dominio dei nuovi conquistatori.
Nella seconda metà del mese di agosto si svolge ogni anno la festa patronale di San Vittore Martire che, oltre a prevedere rievocazioni storiche e concerti musicali, si conclude con uno spettacolo pirotecnico.
Ogni anno nel mese di ottobre tutti i fine settimana ( sabato e domenica ) festa della castagna.

 

 

 

 

 

 

 


Canepina ...
sembra essere legata all'antica lavorazione della canapa che, in passato rappresentava una fonte di ricchezza per la comunità. Tale origine non può essere provata con certezza, comunque nel 1093 il nome "CANEPINA" appare per la prima volta in alcuni documenti. Il ritrovamento di qualche reperto archeologico nella zona fa risalire la presenza umana fin dai tempi degli etruschi. Il borgo, tipicamente medioevale, appartenne, alla potente famiglia dei prefetti di Vico, la quale vi costruì un castello. 
Passato successivamente alla chiesa, il papa Paolo III donò il castello, al figlio Pierluigi Farnese entrando così a far parte del Ducato di Castro. La Vita dello stato Farnesiano sopravvisse per più di un secolo, infatti nel 1649 l'inimicizia col Papa Innocenzo X portò alla distruzione di Castro e alla fine del ducato con il conseguente ritorno dei territori che lo componevano sotto la giurisdizione pontificia.Canepina è posta sull'accidentato declivio orientale del nucleo centrale dei Cimini, è circondata da folti boschi di castagno, alla loro ombra prospera in modo particolare la Felce aquilina e, nel periodo autunnale, spuntano quantità notevoli di funghi porcini.
Il territorio è solcato da numerosi fossi, che defluiscono dalle più zone montane, quali il fosso Corniente, il rio della Ripa, il fosso di Piomboli e il Rio Francina che confluiscono in un affluente del Tevere. 
Sempre nella zona sono comprese anche alcune delle quote più notevoli dei monti Cimini.

 


 
  Contatore visite gratuito

 

wikipedia