Matrici

Nel linguaggio C++ una matrice viene dichiarata secondo la seguente sintassi:
tipo nome_matrice [ const1 ] [const2 ];
Se per esempio volessimo dichiarare una matrice di nome MAT formata da un massimo di 20 righe e 30 colonne in grado di contenere numeri interi, scriveremmo:
int MAT [ 20 ] [ 30 ];
oppure
const int N1=20; const int N2=30;
int MAT [ N1 ] [ N2 ];

Come per i vettori, la numerazione delle righe e delle colonne parte da zero.
Per caricare una matrice è necessario utilizzare due cicli annidati: si può procedere per righe o per colonne. Nel C++ si possono utilizzare varie strutture iterative ( while,for ), l’importante è far scorrere gli elementi della matrice.
E’ fondamentale ricordare che le operazioni di caricamento e visualizzazione degli elementi della matrice sono procedure nell’ambito della programmazione complessa, poiché non restituiscono nessun valore di ritorno bensì sono porzioni di codice autonome eseguite mediante chiamata per nome. Inoltre il C++ richiede di conoscere almeno il numero di colonne, altrimenti non la riconoscerà come matrice ( non basta inserire le doppie parentesi quadre ). Il passaggio dei parametri avviene per referenza, anche se non è necessario utilizzare il simbolo & in quanto le variabili strutturare in C++ sono viste come puntatori per cui vengono passate automaticamente per referenza.

void CaricaMatrice ( int MAT [] [ NC ] )  {
     int i, j;
     for ( i=0; i<NR; i++ ) {
              for ( j=0; j<NC; j++ ) {
                  cout<<“Inserisci elemento matrice”<<endl;
                  cin>>MAT [ i ][ j ];
              }
       }
}